Zubin Mehta torna alla Scala con Beethoven, Mozart e Schubert

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 3 feb. (askanews) - Il mese di febbraio vede il ritorno alla Scala del maestro Zubin Mehta. Sarà infatti il protagonista del terzo concerto sinfonico in streaming del 2021 dopo quelli diretti da Lorenzo Viotti e Carlo Boccadoro. Lo scorso autunno Mehta ha collaborato con affettuosa partecipazione alla ripresa dell'attività del Teatro dopo il lockdown, eseguendo La traviata in forma di concerto e due serie di concerti sinfonici. Ora prepara con l'Orchestra della Scala un concerto sinfonico che sabato 6 febbraio sarà trasmesso in streaming in diretta dalle ore 20 sul sito www.teatroallascala.org, sulle pagine Facebook e YouTube del Teatro e sul sito gruppo.intesasanpaolo.com.

Nei giorni successivi sarà impegnato nelle prove della Salome di Richard Strauss per la regia di Damiano Michieletto, opera che sarà trasmessa in diretta su Rai 5 sabato 20 febbraio alle ore 20. Salome è la prima nuova produzione scaligera dopo il lockdown e la seconda opera rappresentata in forma scenica dopo la ripresa del mozartiano Così fan tutte.

Per il concerto del 6 febbraio Mehta ha scelto un percorso d'impronta classico-romantica con pagine di Beethoven, Mozart e Schubert. Apre il programma l'Ouverture Coriolan (1807), uno dei brani più esemplari del sinfonismo epico ed eroico di Beethoven. Seguono le arie per soprano e orchestra "Voi avete un cor fedele" (1775) e "Chi sa, chi sa, qual sia" (1789) di Wolfgang Amadeus Mozart, in cui esibirà le sue doti virtuosistiche il soprano Chen Reiss. Nella seconda parte del programma la Sinfonia in do magg. D 944 "La grande" (1825-28), ultimo lavoro sinfonico di Franz Schubert, che rispetta la tradizione e i modelli classici ma li supera esprimendo tensioni e poetiche di segno romantico.