Zuccatelli avrebbe presentato le proprie dimissioni

·1 minuto per la lettura
Calabria, Giuseppe Zuccatelli si è dimesso da commissario alla sanità
Calabria, Giuseppe Zuccatelli si è dimesso da commissario alla sanità

Stando ad alcune indiscrezioni trapelate negli ultimi minuti, Giuseppe Zuccatelli si sarebbe dimesso da commissario alla sanità in Calabria, ruolo per il quale era stato nominato lo scorso 8 novembre in sostituzione di Saverio Cotticelli. Con le dimissioni del 76enne Zuccatelli, giunte dietro esplicita richiesta del ministro della Salute Roberto Speranza, e con il nome di Gino Strada ormai sfumato, Palazzo Chigi ritorna al lavoro per cercare una nuova personalità a cui possa essere affidata la sanità calabrese, anche se per il momento sarebbe in pole position l’ex rettore dell’Università La Sapienza Eugenio Gaudio.

Calabria, si è dimesso il commissario Zuccatelli

Le dimissioni di Zuccatelli arrivano dopo giorni in cui il commissario è stato al centro delle polemiche sia per alcuni suoi atteggiamenti poco consoni alla carica, sia per la sua provenienza politica. Poche ore dopo la sua nomina infatti, Zuccatelli era finito nell’occhio del ciclone per alcune frasi da lui pronunciate qualche mese prima dove definiva le mascherine inutili al contrasto del coronavirus: “La mascherina non serve a un ca**o. Sapete cosa serve? La distanza. Per beccarti il virus, se io fossi positivo, tu devi stare con me e baciarmi per 15 minuti con la lingua in bocca altrimenti non te lo becchi il virus. Il virus si becca solo se le gocce di saliva ti arrivano per 15/20 minuti addosso”.

Oltre a ciò, aspre polemiche erano emerse a causa del ruolo dirigenziale che Zuccatelli aveva ricoperto negli scorsi anni all’interno di Articolo Uno, lo stesso partito del ministro della Salute Speranza, venendo poi candidato in parlamento con la coalizione di Liberi e Uguali nel corso delle ultime elezioni politiche del 4 marzo 2018.